Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al menu di navigazione

Vai al contenuto

Ti trovi in: Home page > NEW MEDIA ED EVANGELIZZAZIONE

NEW MEDIA ED EVANGELIZZAZIONE

Formarsi alla Media Education - Il Meeting

NEW MEDIA ED EVANGELIZZAZIONE
FORMARSI ALLA MEDIA EDUCATION – IL MEETING


DESTINTARI: educatori, catechisti

Date e Sedi del Meeting



IL TEMA DEL MEETING

I nuovi mezzi di comunicazione, come sempre più spesso ci ricordano gli studiosi ma gli stessi documenti della Chiesa Italiana, stanno cambiando profondamente il nostro  modo di rapportarci a noi stessi e al mondo che ci circonda. Non sono solo dei semplici mezzi, utili per svolgere servizi e avere informazioni e contatti in tempi rapidi. 

Agendo sul mondo vitale, i processi mediatici arrivano a dare forma alla realtà stessa. Essi intervengono in modo incisivo sull’esperienza delle persone e permettono un ampliamento delle potenzialità umane. Dall’influsso più o meno consapevole che esercitano, dipende in buona misura la percezione di noi stessi, degli altri e del mondo. Essi vanno considerati positivamente, senza pregiudizi, come delle risorse, pur richiedendo uno sguardo critico e un uso sapiente e responsabile. Il loro ruolo nei processi educativi è sempre più rilevante: le tradizionali agenzie educative sono state in gran parte soppiantate dal flusso mediatico. Un obiettivo da raggiungere, dunque, sarà anzitutto quello di educare alla conoscenza di questi mezzi e dei loro linguaggi e a una più diffusa competenza quanto al loro uso.(CEI, Educare alla vita buona del Vangelo, n. 51).

Il Meeting si basa su due assunti di fondo:
-    Le nuove tecnologie determinano dei vantaggi per l’uomo innegabili
-    È invitabile non ricorrervi anche in ambito educativo

I NATIVI DIGITALI non vedono la rete come una realtà parallela, ma uno spazio antropologicamente interconnesso in radice con gli altri della nostra vita. I media digitali non sono delle porte di uscita dalla realtà, ma ‘protesi’, estensioni capaci di arricchire la nostra capacità di vivere le relazioni e scambiare informazioni. (A. Spadaro)
I concetti di tempo e spazio, di realtà e di verità subiscono delle modifiche e con esse dunque anche il nostro modo di rapportarsi alla fede e a Dio.
Ignorare il mondo della comunicazione, o semplicemente sottovalutare la sua capacità di incidere sulle coscienze, significa precludersi ogni possibilità di evangelizzare la cultura moderna. (CEI, Comunicazione e Missione. Direttorio sulle comunicazioni sociali nella missione della Chiesa (2004), n. 48)

 

I RISULTATI ATTESI

L’acquisizione da parte degli educatori  delle seguenti conoscenze e competenze:

- Conoscenza delle caratteristiche dei moderni strumenti di comunicazione digitale: caratteristiche, rischi, opportunità di utilizzo
- Consapevolezza di come la Chiesa si pone di fronte ai nuovi mezzi di comunicazione: raccomandazioni, riflessioni e indicazioni di uso
- Comprensione di cosa e come insegnare ai Media: la Media Education
- Competenza nell’uso dei Media per produrre nuovi contenuti, facilitare e rendere significative le proprie e altrui narrazioni, creare contenuti educativi
- Competenza nel progettare itinerari di Media Education


L'APPROCCIO FORMATIVO E DIDATTICO

Attraverso procedure di training volte a stimolare specifici campi di abilità personali (ideative, emozionali, relazionali, connettive, esplorative), possiamo accendere nei partecipanti un pensiero in grado di operare cambiamenti significativi con maggiore facilità, accrescere abilità percettive e comportamentali, apprendere strumenti di lavoro volti a gestire situazioni critiche, problematiche o inaspettate attraverso soluzioni adeguate.
In particolare, il format formativo usato prevede:

- Relazioni di approfondimento sui temi del corso
- Training attivo per stimolare tutti i campi delle abilità creative: ideative, relazionali, emozionali, connettive, esplorative
- Workshop mono-tematici per approfondire ed esercitarsi su singoli casi anche in funzione dell’acquisizione di strumenti didattici
- Esperienze di training evocativo, per toccare in profondità il soggetto e sostenerlo nei processi di cambiamento e crescita sul piano delle sue competenze relazionali, emozionali, ideative

I corsisti riceveranno degli appositi materiali di studio e approfondimento, oltre a poter disporre dei materiali multimediali usati durante l’esperienza (slides, video, audio).

UNA CLASSE ON-LINE GRATUITA 

Tutti gli iscritti avranno accesso, gratuitamente, ad un servizio di e-learning che permetterà ad ogni corsista di accedere ad una piattaforma, e da essa al corso che ha frequentato o sta frequentando. Nella classe virtuale saranno presenti tutti gli iscritti allo stesso corso che quindi potranno, tra l’altro, ricevere aggiornamenti sui temi tratta in vari formati (video, audio, ppt, documenti ecc.), scaricare o consultare video, presentazioni, materiali integrativi e di approfondimento, partecipare e attivare forum con gli altri corsisti per riflettere su problematiche contingenti e concrete e chiedere pareri e confrontarsi, condividere materiali e prodotti formativi.
Il servizio sarà gratuito per 3 mesi dal termine del Meeting frequentato.


MODALITA' D'ISCRIZIONE E COSTI

Per consultare le modalità d'iscrizione e i costi CLICCA QUI o vai nell'apposita sezione del menù di sinistra.

PROGRAMMA GENERALE DEL MEETING

Per consultare il Programma CLICCA QUI o apri l'articolo correlato in fondo alla pagina

I WORKSHOP

Per consultare i Workshop CLICCA QUI o apri l'articolo correlato in fondo alla pagina


Gallery Banner Semina
credits:e-project

I siti di creativ:

  • Creativ - il network delle idee
  • Iecr
  • animaeventi
  • creativ sociale
  • creativ menti
  • creativ educare
  • creativ learning method